Alice Piaggio e la sua passione per la mitologia greca.

AlicePiaggio3

1- Chi è Alice Piaggio?

Sono nata nel 1991 a Genova e vivo da sempre nella bella e soleggiata cittadina di Bogliasco, tra pescatori e surfisti abbronzati.

Mi sono laureata all’Accademia di Belle Arti di Genova per poi trasferirmi ad Urbino dove ho continuato a studiare illustrazione presso l’ISIA. Nella mia vita ho imparato a lavorare in contesti piuttosto affollati: convivo con cinque gatti e un cane e collaboro con ben venticinque giovani e talentuosi illustratori alla gestione della rivista “PELO magazine“.

2- Descrivi in breve il tuo stile.

Quando disegno mi piace sperimentare e mescolare le tecniche più varie: dal collage all’ecoline, dalla matita all’acrilico. Mi considero una persona molto ironica e mi piace che questa caratteristica traspaia anche nei miei disegni. A volte inserisco nelle illustrazioni qualche oggetto o personaggio assurdo, completamente fuori contesto, mi piace pensare di strappare un sorriso a chi li osserva, io mi diverto molto a disegnarli!

3- Com’è nata la tua passione per l’illustrazione?

Ho sempre cercato l’illustrazione tra le pagine dei libri, sulle copertine dei cd, tra gli articoli delle riviste e, dal 2000 in poi, sul web.

Disegno da quando ho memoria: dagli scarabocchi sotto ai temi in prima elementare, al disegno per l’articolo sul giornalino del liceo.

In realtà ho sempre avuto la passione per l’illustrazione, ma non la conoscevo, infatti prima di frequentare l’ISIA non avevo idea di che cosa fosse realmente.

4- Secondo te cosa rende un’illustrazione efficace?

Un’illustrazione che funziona può essere composta anche da pochi segni, l’importante è che essi costruiscano una narrazione.

Senza narrazione un’illustrazione è solo un bel disegno.

Se un’immagine è efficace trasmette qualcosa, fa porre delle domande, incuriosisce, fa venire voglia di riguardarla, alla ricerca di dettagli sempre nuovi.

5- Quando hai capito che l’illustrazione sarebbe stata la tua professione?

 Quando ho scoperto il fascino di questo mondo ho capito di non voler fare altro.

6- Ti ispiri a qualcuno in particolare e quali sono i tuoi maestri di riferimento?

Adoro i lavori di Beatrice Alemagna e di Květa Pacovská, le considero le mie illustratrici preferite. Tuttavia apprezzo anche le opere minimal e concettuali di Olimpia Zagnoli. Mi colpiscono il suo dono della sintesi e le sue scelte di accostamenti di colore, mai banali.

Poi c’è Picasso, Bosh, Esher, DalÌ, Rousseau, folli e visionari, ovviamente sono tutti nella mia personale lista di artisti di riferimento.

7- Se ti commissionassero un lavoro e avessi carta bianca, cosa ti piacerebbe illustrare?

Sono da sempre un’appassionata di mitologia greca. Anche se l’hanno già fatto in molti, l’opportunità di illustrare miti come il ratto di Proserpina, le dodici fatiche di Ercole o gli innumerevoli amori di Zeus è sicuramente il mio sogno nel cassetto.

AlicePiaggio_1

8- Quale è ad oggi il tuo desiderio più grande in ambito professionale?

Realizzare un progetto editoriale che mi rappresenti e pubblicarlo.

AlicePiaggio_2

Ringraziamo Alice Piaggio per il suo contributo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...